Gregoire Defrel, tutti gli occhi sulla stella di Meudon

Immagini da ww.lazionews.eu. Tutti i diritti riservati ai legittimi proprietari.

A Meudon, comune nella regione della IledeFrance, a sud-ovest della capitale, se ne intendono di stelle. La città ospita un importante osservatorio astronomico, che fa capo all’Osservatorio di Parigi, centro nevralgico in materia di astronomia, i grandi occhi della Francia puntati al cielo. Ma spesso, ciò che cerchiamo si trova sempre nei posti più scontati e vicini a noi, e non è un caso se, mentre Meudon perlustrava le galassie, una piccola stella nasceva sul suolo, a contatto con la terra e con l’erba: la storia di Gregoire Defrel parte da qui.

Nato nel 1991, il giovane Gregoire inizia a giocare a calcio piuttosto tardi, ma ci mette poco a recuperare il tempo perso: gioca per il piccolo Chatillon e un suo amico, un giovane attaccante, meudonnais di nascita ma senegalese d’origine, Souleymane Doukara, presenta il ragazzo al suo agente. Doukara ha giocato nello Chatillon, poi si è trasferito in alcuni piccoli club parigini prima di essere comprato dal Rovigo Calcio, ma il futuro ha in serbo una bella favola anche per lui: passerà dalla Vibonese, in quarta serie, al Catania, e ora è in prestito al Leeds United.

Ma torniamo alla nostra storia: viene organizzata una gara tra i giovani più promettenti della periferia francese a cui Defrel partecipa. Greg è un attaccante agile, ha grandi guizzi e tra i pari età si fa notare immediatamente, tanto che il Parma decide di osservarlo più da vicino e di offrigli un contratto per giocare nella Primavera. E’ il 2010 e nel finale di stagione, contro il Cagliari, fa addirittura il suo esordio in Serie A, subentrando a Modesto all’81’ minuto di gioco. L’anno successivo viene prestato in Lega Pro, al Foggia, forse nella stagione sbagliata: nel 2011 i rossoneri sono diventati orfani di Zdenek Zeman, che nell’annata precedente aveva creato un giocattolo molto interessante, con due autentiche gemme nel tridente, Sau e Insigne. E’ suggestivo immaginare cosa sarebbe successo con anche Defrel in quel trio d’attacco, ma boemo o meno, Gregoire gioca 23 gare e segna 4 gol. Tutto sommato un buon campionato.

Terminato il prestito, Defrel torna a Collecchio, portando con sè dalla Puglia un rinnovato bagaglio d’esperienza. Ma la svolta è dietro l’angolo: il Parma vuole Marco Parolo, lo scatenato centrocampista del Cesena, che si è messo in luce con grandi prestazioni nonostante la retrocessione dei romagnoli. Nell’affare rientra anche metà del cartellino di Defrel, che rifà la valigia e si rimette in viaggio, questa volta per una destinazione più vicina. I bianconeri sono la destinazione adatta per un ragazzo di talento che deve rimettersi in luce: squadra fresca di retrocessione con necessità di ricostruire l’organico per la categoria e in cerca di giocatori giovani e di qualità. La prima stagione in Serie B di Defrel è sempre positiva, con tre reti segnate in trenta presenze, delineando sempre più il profilo di un attaccante che ama spaziare, con tendenze all’assist e alle giocate di qualità più che alla stretta sfera realizzativa. L’anno successivo resta al Manuzzi e replica l’ottima annata, mettendo a referto 3 gol in 38 presenze in campionato e un gol pesantissimo nella finale playoff contro il Latina. Il Cesena è in Serie A.

La stagione 2014-15 è la prova del nove. Dopo ottime prestazioni in Lega Pro e Serie B, a Gregoire Defrel non resta altro che giocarsi le proprie carte in Serie A e cercare di dimostrare il proprio valore. La rosa dei romagnoli per la Serie A lascia subito presagire che la lotta salvezza sarebbe stata ardua e non molto più tardi anche la classifica si rivela dello stesso parere: Cesena nelle zone basse e necessità di uscire al più presto dalle sabbie mobili. Nella complicata situazione generale, Defrel inizia a segnare: è il 20 settembre quando il ragazzo con la 92 sulle spalle infila Sepe nel pari contro l’Empoli, si ripete contro il Verona e ne insacca due anche contro l’Atalanta. I gol del francese non solo sono importanti, ma bellissimi: salta sempre l’uomo con facilità prima di depositare la palla in rete, spesso con bei tiri a giro e colpi di precisione che il suo sinistro educatissimo gli consente di sfoggiare. Dopo un mercato di gennaio in cui, stando alle parole del DS Foschi, il Cesena ha rifiutato offerte da tanti club di Serie A per la stella dei romagnoli, Defrel segna anche alla Lazio e diventa di diritto uno dei personaggi rivelazione del calcio italiano, e tutti gli occhi sono puntati su di lui, senza bisogno di guardare in cielo. Seconda punta nel 4-3-1-2, si ritrova affiancato da attaccanti possenti, prima Hugo Almeida, poi Djuric, dalle cui sponde può trovare la giocata vincente. Attaccante rapido, dallo scatto fulminante, fa del dribbling una delle proprie armi migliori, che sfoggia prima di servire i compagni zona gol. Rispetto alle ultime stagioni in B, Defrel sta moltiplicando la cifra sotto la voce “goal“, che in passato non è mai lievitata più di tanto. Dopo una ventina di gare ha già battuto il record di reti segnate in campionato da quando gioca in Italia. Il suo mancino ha fatto qualche vittima tra i portieri di Serie A, e in una situazione critica, al penultimo posto, l’impressione è che le speranze (a dire il vero, non moltissime) del Cesena di restare nella massima serie siano prevalentemente tra i piedi di questo ragazzo della periferia parigina. A Meudon guardano le stelle, ma ora è una stella di Meudon a essere sotto gli occhi di tutti: Lazio, Fiorentina, Milan e Juve hanno mostrato interesse nei confronti del talento, che, per non smentire le origini, punta gli occhi al cielo e sogna di giocare con le stelle – quelle vere – del Paris Saint-Germain, che tifa da sempre. Tutto questo nella splendida galassia del calcio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...